A seguito dell’emergenza Covid – 19, molte aziende hanno dovuto sempre più adottare lo smart working, che consiste in un nuovo approccio di lavoro in chiave digital. Vediamone i principali vantaggi.

Lo smart working è una nuova dimensione del lavoro che favorisce la produttività individuale e la continuità operativa dell’utente e al contempo permette una significativa flessibilità rispetto al posto di lavoro.

Più nello specifico, lo smart working presuppone un profondo cambiamento organizzativo e culturale, che restituisce alle persone una maggiore elasticità e autonomia nella scelta di spazi, orari di lavoro e strumenti da utilizzare per svolgere le proprie attività lavorative.

Tutto ciò si traduce in organizzazioni più flessibili, approcci di empowerment, delega e responsabilizzazione delle persone sui risultati, crescita dei talenti e innovazione diffusa rispetto ai modelli organizzativi tradizionali.

Entrando più in dettaglio, secondo l’Osservatorio del POLIMI, l’adozione di un modello “maturo” di Smart Working può produrre un incremento di produttività pari a circa il 15% per lavoratore.

Se inoltre lo Smart Working fosse adottato dal 70% dei lavoratori, si stima che la produttività media in Italia incrementerebbe attorno ai 13,7 miliardi di euro.

La tecnologia rende possibile lo Smart Working

A rendere possibile lo Smart Working sono le tecnologie digitali che permettono di scegliere dove e quando lavorare, sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione. Le tecnologie che supportano il lavoro da remoto sono già diffuse.

Secondo quanto rilevato dall’Osservatorio del Polimi, tra le soluzioni più utilizzate ci sono i servizi di Social Collaboration.

Tra le piattaforme che incentivano e sostengono lo smart working c’è The Best Idea, che aderisce al progetto di Solidarietà Digitale. Con la nostra piattaforma è possibile organizzare e gestire Riunioni da tenersi in ufficio o da remoto, ovunque ci si trovi, potendo coinvolgere fin dall’inizio i partecipanti nella scelta degli argomenti e delle soluzioni da trattare e rendendole quindi molto più efficaci.

Ma ha funzionalità che la rendono adatta a organizzare e gestire vere e proprie sessioni di Brainstorming o Design thinking durante le quali i partecipanti possono esporre un progetto o un’idea innovativa.

Al termine della sessione, i migliori inventori possono essere premiati e riceveranno premi di merito o ricompense. Insomma, una sorta di social network interno all’azienda che premia l’innovazione e la creatività.

Iscriviti ora gratis su:

https://www.the-best-idea.com/account/

Dicci la tua!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.